GINNASTICA METABOLICA

Sta in noi la possibilità di ridurre il rischio dell'insorgere di determinate malattie intervenendo sui fattori di rischio modificabili quali il nostro stile di vita e per esso intendo principalmente l'alimentazione, il fumo ed il movimento.

La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ne riconosce l'importanza e prevede l'attuazione di linee guida per l'attività fisica mirata al miglioramento della salute ad ogni età.

La sindrome metabolica non è una patologia in se ma un insieme di fattori di rischio legati a condizioni che aumentano la possibilità di sviluppare patologie cerebrali, cardiovascolari ed il  diabete.

La presenza contemporanea di almeno tre, tra le seguenti alterazioni metaboliche ed emodinamiche, anche se trattate farmacologicamente, rappresentano un fattore di rischio per l'insorgere di malattie cardiovascolari e tumori :

  • Circonferenza vita: (>102 cm uomo o >88 cm donna)

  • Pressione arteriosa: (pressione sistolica ≥ 130 mmHg e diastolica ≥ 85 mmHg)

  • Colesterolo Hdl: (<40 mg/dl uomo o 50 mg/dl donna)

  • Trigliceridemia: (>150 mg/dl)

  • Glicemia: (>110 mg/dl)

L'attività fisica diventa in questo caso una vera medicina, capace di ridurre credibilmente gli indici sopra riportati, se fatta con costanza e nella corretta modalità.

ALESSANDRA MASERATI

POSTURAL, FITNESS & WELLNESS TRAINING

_edited.jpg